Guida alla generazione di contatti B2B: Strategie, suggerimenti, strumenti e idee

La guida definitiva per ottenere una lead gen corretta

Una lead generation efficace è assolutamente fondamentale per il successo di una macchina di vendita B2B. 📈

Se siete pronti ad avere successo, siete nel posto giusto! 😎

Per ottenere la giusta generazione di lead è necessaria una strategia completa (anziché solo alcune tattiche o strumenti), quindi vi consigliamo di leggere questa guida passo dopo passo, da cima a fondo.

Tuttavia, se non riuscite a leggere tutto adesso, potete anche cliccare su una delle sezioni specifiche qui sotto. 👇

Questa guida definitiva alla lead generation B2B è strutturata come segue:

  1. Definizione: Cosa significa "lead generation
  2. Strategia: Come avere successo nella lead generation B2B
  3. Suggerimenti: Insidie comuni e buone pratiche
  4. Strumenti: Strumenti software essenziali per aiutarvi (elenco completo qui)
  5. Idee: Una serie di esempi di successo che vi possono ispirare
  6. Outsourcing: Dovreste esternalizzare la lead gen ad un'agenzia o no?

Scaviamo! 😁


Che cos'è la lead generation? Che cosa significa nelle vendite B2B?

Prima di tutto, assicuriamoci di essere sulla stessa pagina dal punto di vista semantico. 🤓

Come si definisce la lead generation? Cosa significa esattamente?

Ecco una definizione su cui possiamo lavorare:

Definizione di "lead generation":
"L'azione o il processo di identificazione e coltivazione di potenziali clienti per i prodotti o i servizi di un'azienda".

È così che Oxford Languages, la fonte più autorevole al mondo sull'inglese corrente, lo dice in modo eloquente. 🧐

La parte più interessante della definizione è che la lead generation può essere sia un'azione che un processo. E nessuno dei due funziona bene senza una strategia di fondo.

Quindi costruiamo subito la strategia di lead generation. 👇


Costruire una strategia di lead generation B2B

Se iniziate a lavorare sulla generazione di lead senza aver prima costruito questa strategia, probabilmente perderete molto tempo prezioso.

Elaborare una strategia di lead generation non è troppo complicato. Sono sufficienti 6 passi o domande.

Ecco le 6 domande che dovete porvi:

  1. Chi è il vostro pubblico di riferimento?
  2. Dove si ritrovano? O dove è possibile raggiungerli?
  3. Come si può guadagnare la loro attenzione?
  4. Come si fa a scoprire rapidamente se sono propensi all'acquisto?
  5. Come potete guidarli all'acquisto?
  6. Come possono convincere gli altri a unirsi al club?

Procediamo passo dopo passo. 😁

1. Chi è il vostro pubblico di riferimento?

Il modo più semplice per ottenere un maggior successo nella generazione di lead è un'ottima targettizzazione. Quanto più accurata e ristretta è la definizione del vostro pubblico di riferimento, tanto più efficace sarà la vostra lead generation.

Le vostre e-mail avranno più probabilità di ricevere risposte, le persone saranno più entusiaste durante le riunioni di vendita, i tassi di conversione aumenteranno, ... 📈

E va oltre la semplice lead generation: nel mondo delle startup esiste un concetto mitico chiamato "product-market fit". Quando si raggiunge questo stato in cui il prodotto si adatta perfettamente al mercato di riferimento, l'azienda può scalare quasi senza sforzo.

Un modo popolare per misurare se avete raggiunto il "product-market fit" è chiedere ai vostri clienti quanto sarebbero delusi se il vostro prodotto scomparisse. Se più di 40% di loro rispondono "molto delusi", il risultato è raggiunto. 🙌

Ora, ci sono essenzialmente due modi per aumentare il "product-market fit":

  1. Costruire un prodotto migliore, che si adatti meglio al vostro mercato di riferimento
  2. Definite meglio il vostro mercato di riferimento, in modo che si adatti meglio al vostro prodotto

Conclusione: la chiave è il grande targeting. 🎯

2. Dove si ritrovano? O dove è possibile raggiungerli?

Una volta che sapete chi è il vostro pubblico di riferimento, la domanda successiva è: dove potete raggiungerlo?

Senza voler essere esaustivi, ci si può chiedere:

  • Sono più propensi a frequentare LinkedIn, Twitter, Instagram, Facebook, Reddit, YouTube o TikTok? Quali gruppi, persone, subreddit... seguono?
  • A quali eventi o conferenze partecipano?
  • Quali riviste leggono?
  • Quali argomenti o parole chiave cercano?
  • Quali siti di recensioni controllano?
  • È probabile che rispondano alle vostre e-mail o alle vostre telefonate?
  • ...

Le persone trascorrono il loro tempo in molti luoghi diversi, quindi ci sono molti canali attraverso i quali potete potenzialmente raggiungerle. 📣

Questa operazione può essere manuale o automatizzata. Potete ad esempio contattare manualmente le persone su LinkedIn o utilizzare uno strumento come LinkedHelper per farlo automaticamente.

Se il canale che state scegliendo non è troppo specifico per il vostro pubblico di riferimento, un'ulteriore domanda può essere: come posso identificare il mio pubblico di riferimento all'interno di quel canale?

3. Come potete guadagnarvi la loro attenzione?

Quando sapete come volete raggiungerli e dove/come potete raggiungerli, rimane la grande domanda: come potete guadagnarvi la loro attenzione?

L'attenzione della gente è scarsa e molti la reclamano. Distinguersi è difficile. 🦸

Il consiglio più semplice che posso darvi: non fate la stessa cosa di tutti gli altri.

Cercate di essere notevoli; preferibilmente in modo positivo, ma non siate troppo cauti nemmeno su questo. Niente viene mai percepito come positivo da tutti. 😬

4. Come si fa a sapere rapidamente se è probabile che acquistino?

Se avete trovato risposte perfette alle tre domande precedenti, siete a metà strada: avete trovato dei contatti. Ora, sono lead "qualificati"? 🤔

La qualificazione dei lead è una parte assolutamente essenziale della vostra strategia di lead generation. Potreste generare tonnellate di lead facendo quanto sopra, ma probabilmente molti di questi non sono troppo propensi ad acquistare da voi.

Ogni momento trascorso con lead che non hanno probabilità di acquistare è tempo sprecato per tutti (almeno dal punto di vista commerciale 😏 ).

Ci sono diversi modi per scoprirlo.

In primo luogo, potete porre loro delle domande. Di solito questo avviene durante una telefonata o una riunione, ma non necessariamente. Alcune delle cose più importanti da scoprire sono:

  • Hanno bisogno di ciò che vendete?
  • C'è qualcosa che li blocca dall'acquisto, dall'utilizzo o dall'implementazione?
  • Hanno un budget a disposizione?
  • Siete in contatto con la persona giusta?
  • Hanno in mente una tempistica precisa?

In alternativa, potete giudicare la loro disponibilità all'acquisto in base alle loro azioni. Per esempio:

  • Scaricano un whitepaper su un problema che il vostro prodotto risolve?
  • Chiedono una demo?

In questo caso è possibile utilizzare qualsiasi segnale o combinazione di segnali, purché sia in grado di prevedere con precisione la probabilità di acquisto.

5. Come potete guidarli all'acquisto?

Ora che sapete che è probabile che acquistino da voi, come potete fare in modo che ciò accada?

Avete bisogno di un processo di vendita sistematico o di una pipeline. E preferibilmente uno che si allinei il più possibile al modo in cui i lead generati preferiscono acquistare, perché volete un ottimo tasso di conversione da lead a contratto.

Poi bisogna organizzarsi per guidare perfettamente ogni lead attraverso il processo di vendita al ritmo giusto.

Esiste un software come Salesflare per tenerne traccia. 👇

Salesflare è l'unico CRM per le vendite B2B che traccia automaticamente i vostri contatti.

Si tratta di un argomento a sé stante, ed è per questo che abbiamo scritto un articolo separato su come costruire una solida pipeline di vendita. È un materiale di lettura consigliato.

6. Come possono convincere gli altri a unirsi al club?

Può sembrare strano includere questa fase in una strategia di lead generation. Non siamo appena passati dalla generazione di un lead alla chiusura dell'affare? Perché fare questa sesta domanda? 🤔

È risaputo che la maggior parte dei lead B2B proviene da referral (più avanti), quindi sarebbe assolutamente sciocco trascurare questo aspetto nella vostra strategia.

Questo può assumere diverse forme:

  • Potete chiedere ai vostri clienti chi altro conoscono che potrebbe beneficiare del vostro prodotto o servizio.
  • È possibile istituire un programma di referral per incentivare le segnalazioni spontanee.
  • Potete chiedere ai vostri clienti delle recensioni.
  • Potete invitare i vostri clienti e i vostri contatti allo stesso evento. E lasciare che la magia si compia.
  • ...

È una parte talmente cruciale della vostra strategia di lead generation che la prima best practice che condivideremo e due delle idee per la lead generation (uno e due) qui di seguito tratteranno questo argomento.

Non dimenticatelo! 🙏


Insidie comuni e best practice nella lead generation B2B

Avete costruito una potente strategia di lead generation? Allora tutto ciò che vi serve è un'ottima implementazione di tale strategia.

Ecco 4 semplici tattiche, consigli e tecniche che potete utilizzare per rendere la vostra lead generation un successo. 👇

1. Partite dalla vostra rete personale e dai clienti attuali.

Questo si basa su due semplici verità: ✌️

  • La maggior parte dei primi clienti di una nuova attività sono amici e conoscenti.
  • La maggior parte dei contatti B2B proviene da referral.
Risultati di uno studio 2018 di Bop Design.

Ripeto in parte il sesto passo della costruzione della vostra strategia di lead generation - qui quando si tratta di ottenere referral dai clienti attuali... perché, beh, è super importante. 😬

Tuttavia, ci sono due importanti parti aggiuntive:

  1. Iniziate dalla vostra rete personale. Queste persone vi conoscono, vi apprezzano e si fidano di voi (idealmente). Se corrispondono più o meno al vostro pubblico di riferimento, sono tra i contatti più caldi che possiate trovare.
  2. Potete ottenere referenze dai clienti attuali, ma potete anche vendergli di più. Potete vendere più prodotti dello stesso tipo o fare upselling o cross-selling su altri prodotti. Inoltre, vi conoscono, vi amano e si fidano di voi... E hanno già acquistato da voi. Ecco perché i vostri clienti attuali sono i vostri migliori clienti. Punto.

Non cercate di generare lead freddi o tiepidi se non avete ancora lavorato su quelli caldi. Iniziate da qui. ☝️

2. Siate umani, brevi e premurosi. Senza alcun accenno alla vendita.

Il filtro antispam migliore e più sensibile è ancora il cervello umano. 🧠 E il più delle volte sbaglia a essere prudente.

Siamo in grado di decidere in una frazione di secondo se un'e-mail vale la pena di essere letta... o se deve essere contrassegnata come spam. E siamo piuttosto bravi a farlo.

Uno qualsiasi dei seguenti elementi può far scattare il nostro filtro anti-spam: 🤨

  • Linguaggio commerciale o di marketing
  • Un muro di testo
  • Strane immagini
  • Personalizzazione scadente
  • ...

E se anche pensiamo di leggere l'e-mail in diagonale, possiamo rinunciare molto rapidamente se non vediamo subito cosa c'è dentro per noi. La maggior parte dei destinatari si limita a parlare di quanto si sentono grandi, ma dimentica di considerare i nostri sentimenti. 😑

Direi che oltre 95% delle e-mail di vendita che ricevete non ricevono risposta. Questo è doloroso, ma è anche un'opportunità straordinaria per fare meglio. Se la concorrenza non fa lo sforzo necessario, allora è abbastanza facile competere.

Ecco alcune regole d'oro per non finire nella cartella spam e ricevere una risposta:

  • Scrivete come farebbe un essere umano. 🧑 Immaginate di rivolgervi a un amico. In questo modo eviterete di nascondervi dietro il velo della professionalità e di dimenticare di usare le vostre qualità umane.
  • Siate brevi. La capacità di attenzione del destinatario è limitata. Non sfidatela. E se ignorate questa regola e chiedete comunque molta attenzione, dovete prima guadagnarvela.
  • Siate premurosi. Rendetegli facile lavorare con voi. Mettete la vostra guida al primo posto.
  • Evitate qualsiasi accenno di "vendita". Nonostante tutto ciò, potreste comunque far scattare il filtro antispam del vostro destinatario.

Fate il miglio in più e sarete ricompensati. 😘

3. Iniziare con piccoli passi. Prendete piccoli impegni.

Quasi nessuno vuole "saltare su una chiamata". 🙅 Soprattutto se significa essere venduti su qualcosa.

Sebbene sia importante includere un invito all'azione nella vostra e-mail, è fondamentale che questa azione sia disposta e in grado di essere intrapresa.

Se chiedete un impegno troppo grande, non accadrà nulla e perderete il vostro vantaggio.

Chiedete invece impegni piccoli e indolori. Ad esempio, potete chiedere chi è la persona giusta con cui parlare nella loro azienda.

Oppure, cosa ancora più efficace, offrite loro qualcosa in cambio di quel piccolo impegno. Potrebbe trattarsi di qualsiasi cosa: qualche dato utile, un backlink, una menzione o persino del cioccolato. 🍫 Qualsiasi cosa abbia senso nel contesto e che il vostro lead apprezzerà.

4. Se i tempi non sono maturi, rimanete in contatto.

Proprio come la maggior parte dei lead B2B proviene da referral, la maggior parte delle vendite avviene dopo aver costruito una relazione per lungo tempo.

Possono essere necessarie molte interazioni diverse per trasformare un lead in un accordo.

Il motivo è in parte lo stesso che ho menzionato nel primo consiglio: può essere necessario del tempo per costruire la fiducia con qualcuno.

Inoltre, le persone potrebbero essere troppo occupate con altro quando vi contattate per la prima volta. Se vi tenete in contatto, un giorno troverete il momento giusto. E il tempismo è tutto nelle vendite. ⌚


Strumenti essenziali per la generazione di lead B2B

La strategia e i processi sono pronti? Allora è il momento di iniettare il software. ⚡

Gli strumenti software per la lead generation possono aiutarvi a organizzare e automatizzare le vostre attività, portandole a un livello completamente nuovo. La maggior parte delle attività di lead generation consiste nella gestione dei dati e i software sono molto più bravi delle persone.

Se c'è uno strumento di lead gen che dovreste controllare, è Salesflare. ✨

Non è solo il più automatizzato e facile CRM B2B per le vendite per le piccole imprese che possiate trovare, ma anche il più semplice:

Salesflare si integra inoltre molto strettamente con Gmail / Google Workspace, Microsoft / Office 365 e LinkedIn. E offre 100% delle sue funzionalità attraverso la sua applicazione mobile.

Trovate i contatti su LinkedIn, trovate la loro e-mail, aggiungeteli a una sequenza di e-mail... e molto altro ancora.

Per un elenco completo dei migliori strumenti di lead generation - solo strumenti di cui possiamo garantire l'esistenza, organizzati per categoria - consulta questo articolo separato con oltre 30 strumenti di lead gen. 👈


Prendete spunto da esempi di successo di lead generation B2B

Ora che abbiamo spiegato cos'è la lead generation, come costruire una grande strategia, cosa (non) fare e quali strumenti utilizzare... è il momento di esplorare alcuni esempi di successo.

Ogni caso è diverso, quindi non copiate alla cieca le tattiche che seguono, ma usatele come ispirazione e idee per la vostra lead generation.

1. Generare contatti su LinkedIn con ResultConsulting

Pensate che la lead generation su LinkedIn sia morta? Ripensateci.

I ragazzi di ResultConsulting continuano a spaccare su LinkedIn, sia per quanto riguarda la propria lead generation sia per i clienti. 💪

Nella seguente registrazione del nostro webinar con Matteo e Giacomo di ResultConsulting, vi spiegheranno come funziona la loro collaudata macchina per i lead, tra cui:

  • Come generare costantemente lead di vendita B2B da LinkedIn
  • Come coltivare questi lead per convertirne di più nel lungo periodo
  • Come seguirli in modo efficace e chiudere le trattative
  • E come raddoppiare la conversione delle vendite monitorando le metriche di vendita

Se avete poco tempo a disposizione, ecco cinque spunti da questo video:

  1. Potete generare decine di nuovi clienti all'anno con una sola ora di lead gen al giorno.
  2. Quando contattate per la prima volta nuovi contatti, evitate di cercare di vendergli qualcosa a tutti i costi (evitate anche ogni accenno al fatto che potreste essere sul punto di vendere qualcosa).
  3. Quando le persone decidono di entrare in contatto con voi, concentratevi sul fornire loro molto valore con casi di studio, webinar, ...
  4. Continuate a coltivare i vostri contatti: la maggior parte delle vendite avviene solo dopo essere rimasti in contatto con le persone per un po' di tempo.
  5. Costruite un processo ripetibile e poi miglioratelo in modo massiccio monitorando le vostre metriche di vendita sui quadri di vendita del vostro CRM.

Ma per gli esempi concreti e le prove di questi insegnamenti, basta guardare il video. ☝️

2. Attirare i contatti giusti allo stand della conferenza con xplore+.

La stessa Salesflare è nata da un'altra azienda, chiamata xplore+.

Siamo andati con xplore+ a una conferenza e siamo tornati con oltre 130 buoni contatti. Non abbiamo trovato alcun CRM che ci permettesse di seguire facilmente questi contatti, poiché la maggior parte di essi richiedeva un'enorme quantità di dati da inserire per renderli utili. Abbiamo pensato che la maggior parte di questi dati potesse essere automatizzata... ed è così che è nato Salesflare.

Come abbiamo fatto a ottenere più di 130 buoni contatti a quella conferenza? 🤔

Il nostro approccio è stato semplice:

  1. Abbiamo posto una domanda che avrebbe identificato immediatamente il nostro pubblico di riferimento. Eravamo a una conferenza IBM e vendevamo soluzioni complementari alla piattaforma software IBM Cognos. Così, uscendo dal nostro stand, ci siamo limitati a chiedere alle persone: "Utilizzate Cognos?".
  2. Se le persone rispondevano "sì", allora facevamo loro le domande di qualificazione successive: "Abbiamo alcune soluzioni per i problemi che potreste avere. Avete bisogno di pubblicare i vostri report in SharePoint? Oppure avete bisogno a volte di fare dei report sui vostri report, come ad esempio chi li modifica o su quali dati sono costruiti i vostri report?".
  3. Se rispondevano di nuovo "sì" a una di queste domande, potevamo iniziare a presentare loro le nostre soluzioni. Abbiamo catturato le persone giuste e le abbiamo convinte.
  4. Quando facevano la prima domanda tecnica di follow-up, le persone che attiravano i lead li passavano al personale di vendita più tecnico... e andavano a cercare il lead successivo.
  5. Verso la fine della conversazione con il personale tecnico di vendita, scannerizzavamo il loro badge (o annotavamo i loro dati) e promettevamo un follow-up. Inoltre, valutiamo la loro qualificazione come lead: quanto è probabile che acquistino in base alla nostra conversazione con loro?
  6. Dopo la conferenza, avevamo tutto ciò che ci serviva per seguire i clienti e iniziare a guidarli nel resto del processo di vendita.

Questo processo è molto efficace e può essere utilizzato per vendere la maggior parte dei prodotti e dei servizi, a condizione che si partecipi a una conferenza o a un evento in cui si ha un'alta probabilità di incontrare il pubblico target. E naturalmente, se la dimensione dell'affare è sufficientemente alta da ripagare i costi di partecipazione alla conferenza e di guida dei contatti attraverso il processo di vendita.

3. Concentrarsi sulle recensioni per ottenere traffico di ricerca da Salesflare

Noi di Salesflare aiutiamo soprattutto le piccole e medie imprese (PMI) che cercano un CRM migliore per seguire i loro contatti.

Le nostre transazioni sono relativamente piccole e la maggior parte delle persone non capisce che esiste un "CRM migliore": credono che tutti i CRM siano essenzialmente uguali e che siano tutti facili e automatizzati al massimo (spoiler: non è vero 🙃). Questo significa che vendiamo soprattutto a persone più informate delle PMI, che fanno ricerche su Internet prima di acquistare un nuovo sistema CRM.

Inevitabilmente, questo significa che dobbiamo concentrarci sull'ottenimento di recensioni. Preferibilmente buone. 😬

La maggior parte delle aziende crede che, inviando un'e-mail di marketing con la richiesta di recensioni e offrendo un incentivo, otterrà recensioni. Purtroppo non funziona così. Le persone a cui viene chiesto di inserire recensioni in continuazione non lo fanno.

I due segreti sono:

  1. Ovviamente, un ottimo prodotto, un ottimo servizio e clienti soddisfatti. Senza di ciò, è difficile ottenere ottime recensioni. 😁
  2. Chiedere personalmente alle persone di recensire quando esprimono apprezzamento e/o gratitudine, preferibilmente durante una conversazione dal vivo, in video o in chat.

E, se volete prendere la cosa molto sul serio, potete fissare un obiettivo per ogni membro del team per ottenere un certo numero di recensioni al mese. In questo modo sarete sicuri che tutti i membri del team acquisiscano i riflessi necessari.

Questi due o tre segreti sono il motivo per cui Salesflare è attualmente in competizione con successo sui siti di recensioni, ad esempio è stato classificato come il #2 CRM più facile da usare su G2.com tra gli oltre 800 CRM in tutto il mondo. ✨

4. Scrivete articoli SEO che mostrino il vostro prodotto in azione, secondo Ahrefs.

La maggior parte dei prodotti al giorno d'oggi richiede un certo livello di istruzione su come possono essere utilizzati. E le persone si auto-educano sulla maggior parte degli argomenti cercando su Google (o cercando un tutorial su YouTube, una discussione su Reddit, ...).

Se questo è il caso del vostro prodotto, potete sfruttare questa opportunità scrivendo un tutorial o una guida che tratti l'argomento. ✍️

Ora, potete scrivere un sacco di guide su come fare, ma se nessuna di esse presenta il vostro prodotto, non genererà alcun vantaggio per la vostra azienda.

Ecco perché dovreste utilizzare la strategia coniata dai ragazzi di Ahrefs, non a caso alcuni dei maggiori esperti di SEO:

  1. Fate un elenco di tutti i casi d'uso del vostro prodotto. Questo può includere casi d'uso molto ampi e casi d'uso molto semplici. (In genere, quelli più semplici tendono a convertire meglio).
  2. Ricercate le parole chiave che le persone digitano su Google per esplorare questi casi d'uso.
  3. Attribuite un punteggio a queste parole chiave in base al loro volume di ricerca, alla difficoltà di posizionamento su queste parole chiave e alla differenziazione del vostro prodotto per questo caso d'uso. Quindi combinate questi dati in un unico punteggio per capire quali sono le parole chiave migliori. Ad esempio, si può fare qualcosa del genere: volume_di_ricerca * 1 / ( parametro_a * (parametro_b ^ keyword_difficulty)) * differenziazione_prodotto.
  4. Scrivete guide altamente descrittive, facili da leggere e da seguire, che utilizzino il vostro prodotto lungo il percorso, includendo molti screenshot e consigli pratici.

In questo modo le persone potranno vedere il vostro prodotto in azione per risolvere il loro problema, il che rappresenta il percorso più facile per loro verso l'utilizzo del vostro prodotto.

5. Fate in modo che i potenziali clienti si incontrino ai vostri eventi grazie a Salesforce

Cosa c'è di meglio dei vostri clienti che dicono nelle recensioni quanto sono felici? Che lo dicano di persona ai vostri clienti potenziali. 😍

Un modo per far sì che ciò accada è invitare i vostri potenziali clienti a un vostro evento in cui siano presenti anche i vostri clienti e farli parlare tra loro.

Tutto qui. La magia avverrà da sola. 🪄

Nel libro "Behind the Cloud", Marc Benioff di Salesforce spiega come il concetto dei loro eventi si sia evoluto nel tempo.

Se all'inizio si facevano dimostrazioni di Salesforce e i clienti presentavano i loro casi d'uso, col tempo si è capito che la parte più importante dell'evento erano gli aperitivi in cui i potenziali clienti si mescolavano con i clienti e tutto è stato ottimizzato intorno a questo aspetto.

Semplice ma geniale. 💡


Affidarlo a una società di lead generation o farlo da soli?

Ora, dovreste occuparvi da soli di tutto il lavoro di lead generation o affidarvi ai servizi di una società o agenzia di lead generation? 🤔

La generazione di lead è sicuramente più facile da esternalizzare a un'azienda dedicata rispetto al resto del processo di vendita, quindi se volete esternalizzare una parte delle vostre vendite, probabilmente ha senso iniziare da qui.

Ecco alcuni altri elementi da considerare quando si riflette su questa domanda:

  • Il vostro team di vendita è bravo a generare lead? O solo a chiuderli?
  • Hanno il tempo necessario per generare lead? Riescono a bilanciare bene il loro programma per coprire sia la generazione di lead che il resto del processo di vendita?
  • Siete sicuri di quale sia il vostro pubblico di riferimento (in caso contrario, non è una grande idea affidare a un'altra azienda il compito di scoprirlo per conto vostro).
  • La dimensione dei vostri accordi (o il valore di vita dei vostri clienti) è sufficientemente grande per pagare le tariffe delle agenzie di lead generation?

Se avete risposto "no", "no", "sì" e "sì", probabilmente è il caso di affidare la generazione di lead a un'altra azienda.


Altre domande sulla lead generation? Non esitate a contattare il nostro team utilizzando la chat dal vivo sul nostro sito web. Siamo qui per aiutarvi ad avere successo! 😘


provate il CRM di lead gen B2B di Salesflare

Speriamo che questo post vi sia piaciuto. Se vi è piaciuto, spargete la voce!

👉 Potete seguire @salesflare su Twitter, Facebook e LinkedIn.

Jeroen Corthout