Le 5 migliori e-mail a freddo che abbiamo mai inviato + modelli scaricabili

Questi esempi di email a freddo ci hanno portato molti contatti caldi

Volete inviare e-mail a freddo che sono state testate e hanno dimostrato di funzionare per la prospezione?

Allora questa è la guida giusta per voi.

Ci occuperemo di 👇:

  1. Come strutturare ogni fase della sequenza di cold email
  2. Come non inviare e-mail a freddo
  3. Come portare il vostro CEO su centinaia di podcast
  4. Come fare ricerca con i partner dei vostri concorrenti
  5. Come creare partnership con le società di consulenza
  6. Come costruire il sito delle integrazioni
  7. Come affrontare la ricerca di backlink
  8. Cosa abbiamo provato e non ha funzionato

Come strutturare ogni fase della sequenza di cold email

Per iniziare, spiegherò come strutturare ogni fase della vostra sequenza di e-mail a freddo. Poi entrerò nel dettaglio utilizzando 5 esempi di e-mail a freddo che abbiamo inviato e che ci hanno portato un tasso di risposta medio di 32%. 💪

Ciò significa che in media 32% di persone hanno risposto alle nostre 5 principali sequenze di e-mail a freddo.

Quando il tasso medio di risposta alle e-mail a freddo è di 1%, si sa che siamo sulla buona strada! 😏

Primo passo per l'invio di un'e-mail a freddo

Soprattutto, è importante scrivere ogni e-mail come se fosse destinata a una sola persona. Se pensate di inviare questa e-mail a una sola persona, la vostra e-mail fredda risulterà molto più personale e meno simile a un invio automatico a una lista enorme.

Per la prima fase di invio di e-mail a freddo, è importante:

  1. Stabilire rapidamente il motivo per cui ci si mette in contatto con voi
  2. Indicate chiaramente cosa la persona può ottenere dalla vostra e-mail.
  3. Porre una domanda a bassa barriera (no, le persone non vogliono "saltare su una chiamata" subito...)

Ad esempio, quasi sempre chiedo loro chi sia la persona giusta con cui parlare.

Non ha senso bombardare qualcuno se non si è nemmeno 100% sicuri che sia la persona a cui si dovrebbe inviare un'e-mail a freddo. 🤔

Inoltre, una volta che qualcuno vi mette in contatto con un collega, siete quasi certi di continuare a ricevere risposte.

Seconda (e più) fase di follow up delle e-mail a freddo

Le email di follow-up , a seconda di quante ne inviate, sono quelle in cui dovreste cercare di assumere un'angolazione diversa rispetto alla vostra proposta iniziale.

Ad esempio, chiedete se c'è un modulo da compilare o stabilite un po' più di credibilità per mostrare loro perché la vostra e-mail aggiunge valore. Questo vi aiuta ad affrontare la situazione in modo diverso, senza ricominciare da zero.

Approfondirò le diverse angolazioni che potete adottare nei nostri modelli di esempio di e-mail a freddo sotto.

L'e-mail di rottura

L'ultima email dei nostri esempi di cold email è quella che chiamiamo "email di rottura". 💔

Faccio sempre sapere all'interlocutore che non lo seguirò più. In questo modo li avverto che se sono stati troppo occupati per rispondere, questo è il momento giusto, altrimenti l'e-mail si perderà per sempre nella loro casella di posta.

Anche se può sembrare assurdo, funziona! Spesso ricevo risposte a questa e-mail da persone che mi fanno sapere che sono interessate ma non hanno avuto il tempo di approfondire e che è meglio fare un follow-up in un certo numero di giorni, settimane o mesi. 👍


Come non inviare e-mail a freddo

Prima di addentrarci negli esempi di e-mail a freddo, vorrei soffermarmi rapidamente su ciò che non funziona. 🚫

Non c'è niente di più frustrante che ricevere una brutta e-mail a freddo. Il tipo di e-mail che si presenta come pigra e vi fa fare tutto il lavoro per capire cosa vogliono. Quella che vi dà la sensazione che il mittente sia palesemente incurante del vostro tempo.

Qualcosa del genere:

  1. Un gigantesco muro di testo
  2. Evidenziano ciò che vogliono da voi e non ciò che ci guadagnate.
  3. E non è affatto la soluzione giusta per il vostro settore.

Evitatelo a tutti i costi. Può sembrare ovvio, ma tutti li abbiamo ricevuti.

Nella migliore delle ipotesi, verrete ignorati; nella peggiore, verrete contrassegnati come spam, danneggiando i vostri tassi di recapito.

Se vi è capitato in passato, non preoccupatevi. Tutti abbiamo iniziato da qualche parte e ognuno ha i propri imbarazzanti fallimenti nella ricerca di clienti tramite e-mail a freddo. 🥴

È ora di lasciare questo tipo di e-mail a freddo nel passato. Utilizzate i nostri modelli di esempio di e-mail a freddo in questa guida per affinare la vostra prospezione. 🎯


E ora il bello: di seguito troverete 5 esempi delle migliori e-mail a freddo che abbiamo inviato a Salesflare.

Dichiarerò l'obiettivo della sequenza, spiegherò perché strutturiamo ogni fase in questo modo e perché funziona.

Salvate questi modelli di e-mail a freddo per riutilizzarli invece di riscrivere il testo di questa guida scaricandoli qui. 👇

Non avete ancora una lista di contatti da inviare via e-mail? Per prima cosa, costruite la vostra lista di lead.


Podcast: come portare il vostro CEO su centinaia di podcast

Obiettivo: far partecipare il nostro CEO, Jeroen, a un podcast. (Abbiamo scritto una guida dettagliata su come entrare nei podcast).

La mia sequenza di podcast è quella che ha ottenuto i migliori risultati, con una percentuale di obiettivi raggiunti pari a 48% - il che significa che circa la metà delle persone a cui ho inviato la sequenza ha risposto. 🤯

48% di persone hanno risposto alla sequenza! 🤯 (come misurato dai flussi di posta elettronica integrati di Salesflare)

Vi spiego come ho impostato questa sequenza. 👇

Prima di scrivere la mia prima e-mail ho cercato di pensare nei panni del conduttore del podcast. Probabilmente ricevono centinaia di richieste come questa alla settimana. Come posso distinguermi?

Per prima cosa, ho cercato di semplificare il più possibile le cose, chiedendo loro se sono la persona giusta con cui parlare. In caso contrario, possono passare rapidamente la questione alla persona responsabile per discuterne ulteriormente.

Ecco a voi ✨

Ho fatto in modo di affermare un po' la nostra azienda includendo che siamo il CRM #1 su Product Hunt, ma non li ho bombardati con una tonnellata di informazioni su Jeroen o Salesflare prima di capire se sono la persona giusta a cui rivolgersi.

Concentratevi su chi è la persona giusta con cui parlare

Poi ho cercato di affrontare la questione da un altro punto di vista. Ho provato a pensare a quali altri modi un conduttore di podcast potrebbe vagliare i potenziali ospiti.

Ho prima ribadito la mia domanda su chi fosse la persona giusta con cui parlare, supponendo che, senza risposta, non fosse la persona giusta. Poi ho affrontato la questione da una nuova angolazione, chiedendo: "C'è un modulo che dovrei compilare? 📝

Tutto questo tenendo sempre presente che sto cercando di rendere la cosa il più semplice possibile per loro.

Approccio da un'angolazione diversa

Per il prossimo follow-up, ho un approccio ancora diverso.

Posso supporre che mi ignorino o perché non sono la persona che se ne occupa o perché non ho ancora instaurato un rapporto di fiducia con loro e non sanno chi sia Jeroen o Salesflare.

Per stabilire la nostra presenza, fornisco qualche informazione in più su Jeroen e indico loro il link al podcast personale di Jeroen. In questo modo, se sono scettici, possono fare rapidamente una piccola ricerca su Jeroen, ma non li sto ancora bombardando di informazioni senza che diano alcun segno di interesse.

Lascio anche una nota in cui dico che capisco che è difficile passare attraverso tutti i messaggi per mostrare loro che sono anche umana e comprensiva, ma per stabilire la fiducia che penso effettivamente che Jeroen sia la persona giusta. ✅

Per saperne di più

L'ultima è la già citata e-mail di rottura. Se sono interessati ma non hanno ancora risposto perché sono occupati, potrebbero ancora contare sul mio follow-up.

Mando questa e-mail come ultima Ave Maria per far capire che non li seguirò più e che se sono davvero troppo occupati, possono inviarmi una breve nota per farmelo sapere, altrimenti si perderanno per sempre nella loro casella di posta.

Con un tasso di risposta del 5% - ancora una volta, questa e-mail funziona! 100% delle risposte a questo punto sono persone che mi dicono di essere molto occupate, ma di essere interessate e di tornare tra x settimane/mesi. Se non li avessi avvertiti, avremmo potuto perdere le ultime 5%.

Separazione

Ed è così che, alla fine, abbiamo prenotato centinaia di preziose apparizioni in podcast nell'ultimo anno!


Partner: Come fare ricerca con i partner dei vostri concorrenti

Obiettivo: partecipare a una telefonata con i partner di HubSpot (il grande gorilla) per discutere le possibilità.

Nella prima e-mail cerchiamo di valutare il loro interesse: sono fedeli alla vendita di HubSpot? O sono il tipo di consulenti che vendono più prodotti in base a quello che si adatta meglio ai loro clienti?

Faccio sapere loro perché li sto contattando e dico loro cosa ci guadagnano, incorniciando l'e-mail per dare ai loro clienti un'altra opzione se HubSpot non è la scelta giusta.

Infine, pongo la stessa domanda della prima sequenza: verifico se è la persona giusta con cui parlare o se c'è qualcuno di meglio a cui rivolgersi.

Nella seconda e-mail, cerco di guadagnare un po' di credibilità mostrando loro il nostro confronto con HubSpot. Ho incluso una visualizzazione di come Salesflare si confronta con HubSpot da G2 (la principale piattaforma di recensioni B2B al mondo).

Alla fine chiedo di farmi sapere se pensano che sarebbe interessante collaborare insieme.

Nella terza e-mail ho cercato di vendere un po' di più rispetto a HubSpot, evidenziando rapidamente i principali vantaggi di Salesflare rispetto a HubSpot. Il breve elenco è facile e veloce da leggere e può aiutarli a capire cosa cercano i loro clienti e come possono adattarsi a loro se HubSpot non è la scelta giusta.

Se sono interessati, chiedo anche di essere contattati. È importante spiegare qual è l'ordine del giorno dell'incontro. In questo modo possono capire esattamente su cosa verterà la telefonata e che non si tratta di un'altra telefonata di vendita a freddo in cui cerco di imporre loro qualcosa.

In tutta onestà, con un tasso di risposta dell'1% probabilmente avremmo potuto fare molto meglio. Forse con un'e-mail più breve o un altro invito all'azione avremmo potuto ottenere risultati migliori, ma non abbiamo fatto ulteriori test in quel momento.

C'è sempre spazio per i miglioramenti!

Infine, un'altra versione della nostra e-mail di rottura. Chiedo loro un'ultima volta di prenotare un incontro se sono interessati, altrimenti auguro loro il meglio. 👋

Questa sequenza non ha avuto un risultato massiccio come la precedente, poiché molte delle persone a cui abbiamo inviato le e-mail non erano molto adatte come potenziali partner, ma questo è un aspetto che abbiamo imparato solo strada facendo.

Inoltre, probabilmente avremmo potuto ancora aumentare i risultati con messaggi più brevi e chiari e con migliori call to action.

Tuttavia, il tasso di risposta di 18% è 18 volte migliore di 1%. 😏 E abbiamo partecipato a molte chiamate!


Consulenze: Come creare partnership con le società di consulenza

Obiettivo: far compilare ai consulenti di vendita un modulo per poterli aggiungere alla nostra lista top sales training programs (e in sostanza iniziare a costruire una relazione con loro).

44% ha risposto a questa sequenza di e-mail

Per la prima e-mail, volevo far sapere loro quali erano le mie intenzioni: costruire una lista con loro dentro e farla posizionare su Google. Poi ho pensato che se avessi ricevuto un'email del genere avrei pensato "troppo bello per essere vero".

Ecco perché mi sono assicurata di aggiungere la sezione P.S. per far sapere loro esattamente il motivo per cui stavamo facendo la lista e che non ci sono vincoli.

Per la seconda e-mail, ho chiesto se erano la persona giusta con cui parlare, ma mi sono anche assicurato di includere il link al sondaggio questa volta. In questo modo, potevano controllare le domande e confermare le nostre intenzioni.

Nell'ultima e-mail ho fatto sapere che era l'ultima volta che li avrei seguiti, nel caso in cui ci fosse ancora interesse.

Potreste iniziare a vedere lo schema ricorrente che ho spiegato all'inizio.

È davvero semplice ma potente, soprattutto se si costruisce la sequenza di e-mail a freddo con una grande dose di empatia. 💌

Andiamo avanti ed esploriamo alcune altre possibili applicazioni, prima di mostrarvi cosa non ha funzionato per noi. 👇


Integrazioni: Come costruire il sito delle integrazioni

Obiettivo: essere inseriti nei siti di integrazione.

42% ha risposto a questa sequenza di email

Ho iniziato questa e-mail a freddo stabilendo il nostro rapporto, spiegando che entrambi ci integriamo tramite Zapier. E poiché entrambi abbiamo un sito di integrazioni, ho fatto sapere loro che sono felice di aggiungerli al nostro e ho chiesto se ci avrebbero aggiunto anche al loro.

In questo modo, sapevano esattamente quali erano le mie intenzioni e potevano capire chiaramente cosa stavo offrendo.

Per la seconda e-mail, l'ho affrontata inquadrandola in relazione ai loro clienti. In questo modo, hanno capito che l'aggiunta di noi al loro sito di integrazione non sarebbe stata vantaggiosa solo per loro, ma anche per i loro clienti.

Come sempre, ho concluso dicendo loro che non li avrei più seguiti. Questo ha contribuito a creare l'urgenza di ricontattarmi se c'era ancora interesse.

Potete vedere come ha funzionato bene questa volta con un tasso di risposta di 27%! 🚀


Backlink: Come affrontare la ricerca di backlink

Obiettivo: convincere le aziende a inserire link ai post del blog che stiamo cercando di classificare.

Anche se questa sequenza non ha il tasso di risposta più alto, ho notato che se rispondono, siamo in grado di costruire un rapporto a lungo termine che va oltre questo tipo di tattiche SEO di rapido guadagno e si trasforma in partnership di contenuto più forti e sostenibili.

Per la prima e-mail, ho provato a pensare di nuovo alla persona che riceve questa e-mail. Ho immaginato che ricevessero tonnellate di richieste di backlink nella loro casella di posta. Per questo l'ho mantenuta chiara e concisa.

Il succo è: Abbiamo un sito web di alto livello, possiamo fornirvi dei link, vi piacerebbe lavorare insieme per far salire le classifiche di entrambi?

Per l'e-mail di follow-up, mi sono concentrato sulla ricerca della persona giusta con cui parlare. In questo modo, se erano troppo occupati o non erano responsabili, avrebbero potuto passare la palla al balzo.

Infine, ho inviato loro l'e-mail di rottura per informarli che non li avrei più seguiti.

Tutto qui. Semplicissimo. ✅


In breve: quando si scrivono queste e-mail a freddo, è importante innanzitutto decidere cosa si vuole ottenere, provare empatia per l'altra persona come se si fosse nei suoi panni e definire chiaramente cosa può ottenere dall'e-mail.

Volete riutilizzare parte del testo che ho scritto? (Ancora una volta, tenete presente che l'empatia viene prima di tutto! Quindi adattatelo con cura al vostro caso specifico). Allora potete farvi inviare i modelli di e-mail a freddo di cui sopra direttamente nella vostra casella di posta elettronica cliccando su "scarica i modelli" qui sotto.


Bonus: quello che abbiamo provato e che non ha funzionato

Alcune cose funzionano, altre no. Anche se si seguono le semplici linee guida di cui sopra, il successo non è garantito.

Ecco due sequenze di e-mail che abbiamo provato e che non hanno funzionato... e perché probabilmente non hanno funzionato.

Inviare automaticamente e-mail alle persone che si trovano sul sito

Avete presente gli strumenti che tracciano le aziende che visitano il vostro sito?

Noi usavamo Leadworx. Ora non è più disponibile, ma ci sono molte alternative simili elencate sul nostro sito di integrazioni.

Ecco come l'abbiamo configurato:

  1. Leadworx rileverebbe quale azienda ha visitato il sito (in base all'IP, ecc.).
  2. Se l'azienda ha raggiunto il nostro filtro per il target di riferimento, il sistema cercherà automaticamente le persone giuste all'interno dell'azienda, includendo i loro dettagli di contatto.
  3. Attraverso l'integrazione con Salesflare si aggiungono un account, un'opportunità (in una pipeline specifica) e i relativi contatti a Salesflare.
  4. In questo modo si innesca automaticamente un flusso di lavoro via e-mail in Salesflare (con email tracker incorporato)

Vera magia! ✨

Tuttavia... solo il 5% delle persone ha risposto.

Si tratta comunque di un valore 5 volte superiore a quello dell'1%, ma anche 5 volte inferiore alle nostre aspettative.

Il succo della nostra email: abbiamo rilevato che state navigando, possiamo aiutarvi?

Sembra un piano?

Il problema principale è che, sebbene ogni mese il nostro sito venga visitato da più di 10.000 aziende, Leadworx ha individuato con successo solo 112 aziende con contatti in un arco di tempo di quasi 10 mesi.

E se guardiamo a chi ha risposto, si trattava di un potenziale partner, di un nostro concorrente e di alcune persone che nel frattempo hanno cambiato lavoro 😝

La conclusione è che non sappiamo con certezza se questa e-mail funziona o meno, perché la lista di contatti a cui ci siamo rivolti era troppo imprecisa e troppo piccola. Anche questo è fondamentale!

Invia un'e-mail ai giornalisti per informarli del nostro ultimo round di finanziamento

Per quanto si sia parlato di empatia, non abbiamo fatto un gran lavoro in questo caso.

Tutti cercano di attirare l'attenzione dei giornalisti, quindi se vi rivolgete a loro, dovete fare il passo più lungo della gamba quando si tratta di usare la vostra empatia e di fare chiarezza rapidamente.

Purtroppo non è quello che abbiamo fatto qui... e abbiamo ottenuto 0 risposte.

Qui ci siamo fatti prendere troppo dall'entusiasmo per le nostre notizie, il che ci ha fatto perdere il contatto con ciò che i giornalisti volevano leggere.

Un giornalista si eccita se diciamo che è eccitante? No.
Gli interessa che un altro giornalista ne abbia già scritto? Potrebbe.
Considerano l'ennesimo round di finanziamento abbastanza degno di nota? Probabilmente no.
Che dire di uno in cui investe un co-fondatore di un concorrente? Questo potrebbe davvero fare notizia! 🧐

Se lo inviassimo di nuovo, probabilmente inizieremmo come segue:

Ciao {{ first_name }}!

Cose piccanti: il co-fondatore di uno dei nostri concorrenti ha guidato il nostro ultimo round di investimento, chiuso questa settimana.

La notizia è già stata diffusa da De Tijd (l'equivalente belga del Financial Times), ma non ha ancora raggiunto la stampa tecnologica internazionale.

Se siete interessati, sarò lieto di fornirvi le informazioni più importanti. Chiamatemi al più presto al .

Se l'avessimo strutturata in questo modo, il giornalista avrebbe potuto essere agganciato dalla prima frase, ripreso dalla seconda e chiamato all'azione dalla terza.

O forse no... Non puoi saperlo prima di averlo provato... La prossima volta! 😄


Per ottenere tassi di risposta simili a quelli che otteniamo di solito (circa 30%), non è importante solo scrivere e-mail eccellenti, ma anche utilizzare un ottimo strumento per inviarle.

Naturalmente utilizziamo il nostro software, Salesflare, il cui CRM consente anche di seguire e costruire relazioni dopo la risposta. Perché ottenere una risposta è solo 20% del lavoro...

Ecco come funziona in breve:

Con Salesflare, una volta costruita la lista di contatti, è sufficiente importare i contatti con un determinato tag, ad esempio, per inserirli automaticamente nella sequenza di e-mail a freddo (chiamata email workflows in Salesflare).

Una volta che le persone rispondono alle vostre sequenze di e-mail a freddo, siete in grado di spostarle lungo la pipeline in Salesflare in base alla fase del processo di vendita in cui vi trovate.

Man mano che si muovono nella vostra pipeline, Salesflare vi ricorda anche automaticamente quando è il momento di fare un follow-up. ✨

Facile facile 😄

Siete pronti a impostare anche le vostre sequenze di cold email con lo strumento giusto? Prova Salesflare.

Oppure andate su YouTube e guardate come i nostri clienti automatizzano le loro e-mail.

Avete domande? Chiedetecele nella chat del sito!


Speriamo che questo post vi sia piaciuto. Se vi è piaciuto, spargete la voce!

👉 Potete seguire @salesflare su Twitter, Facebook e LinkedIn.

Keri Byrne